09 / 13 - 17 / 20

Lunedì al Venerdì

Via Durando, 49

PACHINO (SR)

09311845101

info@athenacasa.it

Confronta gli annunci

Calcolo Imu e Tasi prima casa 2016

Calcolo Imu e Tasi prima casa 2016

La legge di Stabilità 2016 ha introdotto una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda le imposte sulla casa, abolendo la tassa sui servizi indivisibili sulla prima abitazione. Così facendo ha uniformato la normativa della Tasi a quella dell’Imu, che già dal 2014 si paga solo per le prime case di lusso (categoria a1, a/8, a/9).


Ma vediamo quali sono gli immobili considerati prima abitazione che non pagheranno le imposte alla scadenza del 16 giugno.
Abitazione principale ai fini imu e tasi
Per quanto riguarda l’Imu, si considera abitazione principale “L’immobile iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente”.
Ai fini Tasi, con la legge di Stabilità 2016 è stata estesa la definizione di “Abitazione principale” anche ai locatari che utilizzano l’immobile in locazione come loro propria abitazione principale, quindi con residenza e dimora abituale, senza la necessità del requisito del possesso che vale invece per l’Imu.
Un’estensione che ha determinato l’esenzione Tasi per gli inquilini per la loro quota. Continuano invece a pagare regolamente la Tasi per la loro quota, che può variare dal 70 al 90% dell’imposta dovuta sull’immobile.
Immobili assimilati ad abitazione principale
Oltre a questi immobili, sono considerati abitazione principale ed usufruiscono dell’esenzione Tasi e Imu anche:
  1. Gli immobili delle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite dai soci a propria abitazione principale.
  2. Gli alloggi sociali.
  3. La casa coniugale, assegnata dal giudice all’ex coniuge in sede di separazione o divorzio, anche nel caso in cui l’immobile sia in comodato, qualora invece si tratti di fabbricato utilizzato in locazione vengono applicate le normali regole.
Inoltre, la normativa comunale ha assimilato, con i rispettivi regolamenti, gli immobili assimilati all’abitazione principale:
  • Le abitazioni non locate, appartenenti a soggetti disabili ed anziani residenti in istituti di ricovero.
  • L’unità immobiliare non locata, né concessa in comodato, che appartiene ai cittadini italiani iscritti all’Aire, a patto che risultino pensionati nel paese di residenza.

Articoli Correlati

La nuova cedolare secca per i locali commerciali

Tra le novità in arrivo con la legge di bilancio 2019 c'è la cedolare secca per i locali...

Continua a leggere

Cedolare secca al 10% anche per affitti transitori

La cedolare secca sugli affitti con aliquota ridotta (10% fino alla fine del 2017) si...

Continua a leggere

Legge di Stabilità 2017: le novità

L’ Ecobonus 2017 può arrivare per i condomìni fino al 75%, stabilizzato fino al 2021 e rimane...

Continua a leggere