09 / 13 - 17 / 20

Lunedì al Venerdì

Via Durando, 49

PACHINO (SR)

09311845101

info@athenacasa.it

Confronta gli annunci

Compri Casa? Le imposte per l’acquirente

Compri Casa? Le imposte per l’acquirente

Quando acquistiamo una casa ci sono delle imposte da pagare: IVA o imposta di registro, l’imposta ipotecaria e l’imposta catastale. La percentuale da pagare varia in base alle caratteristiche del venditore e dell’acquirente (“prima” o “seconda” casa, privato o impresa, costruttrice o non costruttrice). L’acquirente può avere agevolazioni anche se l’immobile non è adibito ad abitazione principale (non ci va a vivere).


ACQUISTO PRIMA CASA, le imposte variano in base ai soggetti partecipanti alla compravendita.
SE SI ACQUISTA DA UN PRIVATO
  • Imposta di registro: 2 %
  • Imposta ipotecaria fissa: € 50,00
  • Imposta catastale fissa: € 50,00
SE SI ACQUISTA DA UN IMPRESA COSTRUTTRICE (O DI RISTRUTTURAZIONE) CON I LAVORI SULL’IMMOBILE COMPLETATI DA MENO DI 5 ANNI
  • Imposta IVA: 4%
  • Imposta di registro fissa: € 200,00
  • Imposta ipotecaria fissa: € 200,00
  • Imposta catastale fissa: € 200,00
SE SI ACQUISTA DA UN IMPRESA COSTRUTTRICE CHE HA TERMINATO I LAVORI DA PIÙ DI 5 ANNI, OPPURE DA UN IMPRESA NON COSTRUTTRICE CHE SI OCCUPA SOLTANTO DELLA COMPRAVENDITA DELL’IMMOBILE
  • Imposta IVA: Esente (salvo diversa opzione se impresa di costruzione)
  • Imposta di registro: 2%
  • Imposta ipotecaria fissa: € 50,00
  • Imposta catastale fissa: € 50,00
ACQUISTO SECONDA CASA, quando non sono presenti i requisiti da parte dell’acquirente per la “prima casa”
SE SI ACQUISTA DA UN PRIVATO, DA UN IMPRESA NON COSTRUTTRICE, DA UN IMPRESA COSTRUTTRICE DOPO 5 ANNI DALLA DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI.
  • Imposta di registro: 9% (salvo diversa opzione se impresa di costruzione)
  • Imposta ipotecaria fissa: € 50,00
  • Imposta catastale fissa: € 50,00
SE ACQUISTI DA UN IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI DALLA FINE DEI LAVORI.
  • Imposta IVA: 10%
  • Imposta di registro fissa: € 200,00
  • Imposta ipotecaria fissa: € 200,00
  • Imposta catastale fissa: € 200,00
SU QUALE VALORE SI CALCOLANO LE IMPOSTE?
Se l’acquirente è un privato le imposte di registro, ipotecaria e catastale si possono calcolare sul valore catastale dell’immobile. Se, invece, l’acquirente non è un privato oppure se la compravendita riguarda terreni, negozi e uffici, il calcolo delle imposte non tiene conto del valore catastale ma del prezzo dichiarato nell’atto d’acquisto.
Per l’imposta di registro, quando calcolata in percentuale, c’è sempre un minimo da rispettare di € 1.000,00. L’IVA si calcola sempre sul prezzo, mai sul valore catastale. Le imposte di registro, ipotecaria e catastale si pagano direttamente dal notaio al momento della registrazione dell’atto di compravendita.

Articoli Correlati

La nuova cedolare secca per i locali commerciali

Tra le novità in arrivo con la legge di bilancio 2019 c'è la cedolare secca per i locali...

Continua a leggere

Cedolare secca al 10% anche per affitti transitori

La cedolare secca sugli affitti con aliquota ridotta (10% fino alla fine del 2017) si...

Continua a leggere

Legge di Stabilità 2017: le novità

L’ Ecobonus 2017 può arrivare per i condomìni fino al 75%, stabilizzato fino al 2021 e rimane...

Continua a leggere