09 / 13 - 17 / 20

Lunedì al Venerdì

Via Durando, 49

PACHINO (SR)

09311845101

info@athenacasa.it

Confronta gli annunci

Euribor sotto zero: cosa accadrà ai mutui?

Euribor sotto zero: cosa accadrà ai mutui?

Lo scenario ipotizzato nei mesi scorsi è divenuto realtà. L’euribor a 1 mese, a cui sono agganciati molti mutui a tasso variabile stipulati nel nostro paese, è entrato in terreno negativo, raggiungendo quota -0,002%. un articolo di vito lops sul sole24 ore cerca di capire quali saranno adesso le possibili mosse delle banche e le ripercussioni sulle rate dei finanziamenti.


La rata di un mutuo a tasso variabile si calcola sommando lo spread (ovvero la percentuale fissa di guadagno delle banche) all’andamento del tasso interbancario scelto, che per la maggior parte dei mutui è l’euribor a 1 o 3 mesi. ù
Nello scenario attuale, con un euribor sotto la soglia dello zero, a rigor di logica gli istituti di credito dovrebbero fare la somma algebrica, sottraendo allo spread il valore dell’euribor. Ciò vuol dire che il tan (tasso annuo nominale) del mutuo dovrebbe essere di appena due millesimi inferiore allo spread
Euribor negativo
Nella pratica dovrebbe dipendere tutto dalle clausole contenute nel contratto siglato con la banca. Se il contratto non contiene un limite esplicito,al di sotto del quale l’euribor non può scendere per il calcolo della rata, allora quest’ultima dovrebbe continuare a essere calcolata sommando algebricamente lo spread all’euribor negativo.
In ogni caso, l’opzione più sensata per il mutuatario è quella di rivolgersi al proprio sportello per chiedere delucidazioni in merito, anche perché il caso più probabile è che le banche – che non si aspettavano un euribor negativo – in questo momento siano anch’esse “spiazzate”.
Libor negativo
Un analoga situazione si sta verificando per i mutui ancorati al libor – il tasso interbancario svizzero utilizzato per i mutui variabili elvetici – sceso a quota -0,66%.una boccata d’aria per i mutuatari italiani che hanno acceso un finanziamento in franchi svizzeri e che sono stati duramente colpiti dalla decisione della banca del paese elvetico di abbandonare il cambio minimo tra franco e euro.

Articoli Correlati

Mutui, le prospettive sono ancora buone

La bocciatura della manovra di Governo da parte dell’Unione europea apre nuovi scenari sulla...

Continua a leggere

Mutui, la banca ora punta a finanziare più dell’80%

Banche a caccia di mutuatari anziché il contrario? Potrebbe apparire un paradosso, vista...

Continua a leggere

Mutui a tasso variabile, i migliori di Giugno

Anche se gli allarmismi sono tanti e la chiusura del flusso di liquidità da parte della Banca...

Continua a leggere